Nobody has been me before. Maybe I’m the first one. Nessuno è stato mai me. Può darsi che io sia il primo.

Antonio Gallo
2 min readMar 17, 2023

Nobody has been me before. That thought has crossed my mind many times. I often find myself pondering the idea that I am the first person to ever experience the things I experience, the thoughts I think, and the emotions I feel. It’s a strange concept, but it’s one that I find myself drawn to.

Nobody has ever had the same life as me. Nobody has ever gone through the same experiences or had the same thoughts and feelings. Maybe I’m the first one to ever feel the joy of a new friendship, the sorrow of a lost loved one, or the excitement of a new adventure. Maybe I’m the first one to ever feel these things.

The idea that nobody has ever been me before is both comforting and intimidating. On one hand, it’s comforting to know that I’m unique and special in my own way. On the other hand, it’s intimidating to think that I’m the only one who has ever experienced these things. It’s a strange thought, but one that I find myself drawn to. Maybe I’m the first one.

The question is: Will there ever be another me? That depends on many factors and is impossible to answer definitively. Each person is unique and there will never be someone exactly like me. However, there may be people who share some of my characteristics, values, and interests. But not my brains!

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

Nessuno è stato me prima. Quel pensiero mi è passato per la mente molte volte. Spesso mi ritrovo a riflettere sull’idea di essere la prima persona a sperimentare le cose che vivo, i pensieri che penso e le emozioni che provo. È un concetto strano, ma è quello a cui mi ritrovo attratto.

Nessuno ha mai avuto la mia stessa vita. Nessuno ha mai vissuto le stesse esperienze o avuto gli stessi pensieri e sentimenti. Forse sono il primo a provare la gioia di una nuova amicizia, il dolore di una persona amata perduta o l’eccitazione di una nuova avventura. Forse sono il primo a sentire queste cose.

L’idea che nessuno sia mai stato me prima è sia confortante che intimidatoria. Da un lato, è confortante sapere che sono unico e speciale a modo mio. D’altra parte, è intimidatorio pensare che sono l’unico che abbia mai sperimentato queste cose. È un pensiero strano, ma da cui mi ritrovo attratto. Forse sono il primo.

La domanda è: ci sarà mai un altro me? Dipende da molti fattori ed è impossibile rispondere in modo definitivo. Ogni persona è unica e non ci sarà mai qualcuno esattamente come me. Tuttavia, potrebbero esserci persone che condividono alcune delle mie caratteristiche, valori e interessi. Ma non il mio cervello!

--

--

Antonio Gallo

Nessuno è stato mai me. Può darsi che io sia il primo. Nobody has been me before. Maybe I’m the first one.